Incentivi fiscali per il settore turismo (legge 158-01)

Per coloro che fossero interessati a realizzare investimenti in Repubblica Dominicana riguardanti il settore turismo, a partire dal 2001 esiste una legge (Ley de Incentivo Turístico 158-01) creata appositamente per incentivare nuovi investimenti in localitá considerate di grande potenziale.

Le tipologie d’ investimento sono le seguenti:

• Costruzione di hotel, resorts, ed installazioni alberghiere in generale;
• Costruzione di infrastrutture per ospitare convenzioni, fiere, congressi internazionali, festival, concerti, spettacoli;
• Parchi ecologici, parchi tematici, parchi di divertimento in generale;
• Costruzione di infrastrutture portuarie e marittime a servizio del turismo;
• Costruzione di infrastrutture turistiche tali come ristoranti, acquari, campi da golf, strutture sportive, ecc.;
• Piccole e medie imprese che abbiano come mercato principale il turismo (vendita di prodotti tipici, artigianato, pesci tropicali, ecc.)
• Imprese di infrastrutture turistiche basiche tali come acquedotti, raccolta di residui solidi, ecc.

Le zone che usufruiscono di questi incentivi sono:

• POLO Num. 4: municipi di Constanza e Jarabacoa.
• POLO IV ampliato: provincia di Barahona, Bahoruco, Independencia e Pedernales.
• POLO V ampliato: provincia di Montecristi, Dajabon, Santiago Rodriguez e Valverde.
POLO VIII ampliato: Provincia di San Cristobal, municipio di Palenque, provincia Peravia, provincia di Azua.
• POLO turistico che comprende i Municipi di Nagua e Cabrera.
• POLO turistico della provincia di Samaná.
• Provincia di Hato Mayor ed i suoi minicipi, Provincia del Seybo ed i suoi municipi, provincia di San Pedro de Macorís ed i suoi municipi, provincia Espalliat, muncipio di San José de las Matas, provincia di Monte Plata, La Vega.

I benefici di questa legge sono i seguenti:

• Esenzione totale (100%) dal pagamento di alcune imposte tali come: “impuesto sobre la renta” (equivalente ad un 25% imponibile sui guadagni), imposte nazionali e municipali per il rilascio degli eventuali permessi di costruzione (include atti di compravendita di terreni), tasse d’importazione ed ITBIS (equivalente alla nostra IVA) per quanto riguarda qualsiasi bene ad essere utilizzato per le finalitá di questa legge, imposte su finanziamenti nazionali od internazionali.
• Le persone fisiche o morali potranno dedurre fino ad un 20% dei loro utili annui, sempre e quando questi siano reinvestiti in progetti turistici nell’ambito di questa legge.
• Il periodo di esenzione fiscale dura 10 anni, a partire dalla terminazione dell’eventuale progetto.